Fiaccolata a Livorno……

Fra le migliaia di persone presenti giovedì 29 marzo a Livorno per la fiaccolata in memoria dei due operai morti al porto industriale nell’esplosione di un deposito non potevano mancare i rappresentanti dell’associazione ilmondochevorrei che quando si parla di sicurezza è sempre in prima fila. Due operai morti e tre ustionati in devono richiamare l’attenzione di tutti, ed in particolare delle istituzioni, sulla piaga degli infortuni e delle morti sul lavoro Non vogliamo entrare nel merito degli episodi di ieri ’INAIL ha rilevato nel corso dell’anno appena trascorso ben 1.029 infortuni mortali di cui 746 nel corso della prestazione lavorativa e 283 in itinere. Un numero spropositato, praticamente due morti al giorno. La prevenzione degli infortuni e la sicurezza sui posti di lavoro sono passate in secondo piano. Bisogna tornare a pensare alla salute ed al benessere dei lavoratori con più controlli sui luoghi di lavoro, incentivando gli investimenti in misure di sicurezza e nella formazione dei dipendenti. Solo così si limiteranno i rischi di infortunio e si inizierà a diffondere tra i lavoratori una ‘cultura della sicurezza’ che purtroppo spesso manca e che li porta a rischiare ben più del dovuto. Questa battaglia ilmondochevorrei la porta e la porterà avanti sempre al fianco dei lavoratori e a quelle istituzioni che credono nella prevenzione

Print Friendly, PDF & Email

Leave a Reply