Altro allarme sicurezza per rottura componente carrello su 29 carri circolanti in Italia

Il difetto strutturale questa volta è stato rilevato durante la manutenzione in Italia dalla Oceangate, impresa ferroviaria che utilizza questi carri. Ralla e contro-ralla sono le parti  che consentono l’unione meccanica tra il carrello e il telaio. La loro particolare conformazione consente di sorreggere il peso del telaio, garantisce la possibilità meccanica di ‘traino’ e insieme l’indipendenza di movimento durante la marcia (rotazione e oscillazioni) tra carrello e telaio. Anche in questo caso la problematica si presenta in forma trans-nazionale poichè i proprietari, gli utilizzatori e i manutentori sono soggetti multinazionali, i quali per loro natura sono difficilmente controllabili dalla Autorità. 

Con nota ANSF 0003735/2018 del 27/02/2018 sono state pubblicate le misure relative alla rottura di contro-ralla rilevata sul carro n.3353 4557 144-2 del tipo Sgns prodotto da RC ROMVAG SA segnalata dall’impresa ferroviaria Oceanogate Italia Spa. Durante le attività di manutenzione presso l’impianto di Melzo Scalo è stata rilevata la rottura della contro-ralla di unione tra il carrello ed il telaio del carro n.3353 4557 144-2 del tipo Sgns, prodotto da RC ROMVAG SA ed il cui detentore e soggetto responsabile della manutenzione risulta essere TOUAX Rail Ltd. Per quanto sopra detto e in attesa di analisi più approfondite che possano portare all’individuazione delle cause, i detentori d’intesa con gli ECM dovranno procedere ad un controllo specifico sul componente oggetto di rottura sui carri del tipo Sgns della propria flotta e ad essi assimilabili, definendo a quali condizioni e dopo quali ulteriori verifiche tali veicoli possano continuare a circolare. Le Imprese ferroviarie potranno far circolare carri del tipo Sgns della propria flotta e ad essi assimilabili, sulla base delle indicazioni ricevute dai detentori e dagli ECM e dovranno escludere dalla circolazione i veicoli per i quali non siano state definite dai predetti soggetti le condizioni di inoltro, adottando eventuali ulteriori provvedimenti utili a garantire il funzionamento sicuro della propria parte di sistema.

Print Friendly, PDF & Email

Leave a Reply