Ferrovie rimuova lo spot ‘Alta Velocità e Freccia Rossa.

 Rimuovere lo spot che ferrovie sta facendo girare nelle varie tv nazionali in cui un treno Alta Velocità entra nella camera di un bambino tutto questo è “altamente offensivo della memoria e del rispetto di 32 persone morte bruciate vive nella proprie case a seguito di uno dei più grandi disastri ferroviari negli ultimi 50 anni”. Lo chiede l’associazione Il mondo che vorrei, che riunisce i parenti delle vittime della strage di Viareggio in una lettera all’amministratore delegato di Ferrovie dello Stato Gianfranco Battisti e al ministro delle Infrastrutture e trasporti Danilo Toninelli.
Riteniamo inoltre ancora più grave e oltraggiosa – sottolinea nella missiva il presidente dell’associazione Marco Piagentini – la risposta che Ferrovie ha diramato, adducendo la responsabilità all’ignoranza del regista dello spot, Ferzan Ozpetek. Scaricare le proprie responsabilità, come hanno fatto in questi anni in aula i legali degli imputati di Ferrovie, ormai è diventato un modus operandi; ciò conferma l’incapacità o la malafede di chi, nella propria arroganza, continua a gestire Ferrovie. Per questo vi chiediamo di ritirare quell’orrore ed errore comunicativo entro il prossimo decennale della Strage di Viareggio che sarà il prossimo 29 giugno 2009, seguito da scuse ufficiali”.

Print Friendly, PDF & Email