Forzata la porta della Casina dei Ricordi

Sabato 21 marzo verso le ore 23.00 qualcuno ha tentato di entrare all’interno della Casina dei Ricordi forzando il lucchetto e danneggiato la porta facendo scattare l’allarme collegata con la sede dell’Istituto Vigilanza Securitas Metronotte San Giorgio che ha inviato prontamente una pattuglia sul luogo . Di questo increscioso episodio è stato informato il Commissariato di polizia di stato. La Casina dei Ricordi è stata realizzata in ricordo delle 32 vittime della strage ferroviaria di Viareggio del 29 giugno 2009 ed intitolata a due delle vittime, Andrea Falorni e la moglie Maria Luisa Carmazzi, conosciuti con il soprannome di “Pulce & Scarburato”, che facevano parte del gruppo dei motociclisti delle Tartarughe Lente che si occupa della manutenzione della Casina. Più volte in passato è stata oggetto di atti vandalici e furti di oggetti che erano stati donati in ricordo delle vittime da parenti, amici o semplici visitatori. Giuliano Bandoni, che si occupa di aprire e chiudere la Casina, anche se in questo periodo è chiusa, a causa delle disposizioni legate al coronavirus, ha cercato in qualche modo di riparare momentaneamente la porta in modo da poterla chiudere, in attesa di una sistemazione definitiva.

 
Print Friendly, PDF & Email