Ilmondochevorrei al fianco della Casa delle Donne

Una vera  e propria mannaia ha colpito in poche ore la casa delle donne dopo la notizia di un possibile trasloco della loro sede situata nella zona della pineta di ponente. La struttura da oltre 20 anni svolge ogni giorno attività nel centro antiviolenza, <Una Per l’Altra> che purtroppo accoglie anno dopo anno un numero sempre maggiore di donne che hanno trovato e continuano a trovare sostegno, un piccolo ascolto, che spesso è molto utile per poter magari salvare la propria esistenza. Volontarie che ora si vedono, per una decisione assurda e affrettata, cambiare locazione. È veramente triste vedere che anche in questa città si metta il profitto davanti alle persone, pensavamo che questi concetti fossero solo prerogativa dei poteri forti, prerogativa che abbiamo sentito molte volte da parte di FS  in aula con parole e metodi offensivi e denigratori per i familiari e per Viareggio. L’anima associazionistica di questa comunità é un valore che non é quantificabile ne monetizzabile. In tanti anni girando l’Italia non abbiamo ancora trovato un senso di solidarietà così forte e verso chi é difficoltá verso chi é piú debole come in questa cittá, un valore che non tutti possono vedere ma che tutti ne possono e ne usufruiscono gratuitamente. Non aver discusso e chiarito ogni aspetto di questa vicenda con chi direttamente coinvolto per oltre otto mesi come dichiarato dalla presidente della Casa delle Donne prima della votazione di ieri e espressione di una cittá che non é Viareggio. L’ associazione Il Mondo che Vorrei non può che essere al fianco di persone che con il loro lavoro di volontariato supportano donne in difficoltà per varie svariati motivi. 
 

 

Print Friendly, PDF & Email

Leave a Reply