La Regione Toscana spinge per attivare il sistema di rilevamento di svio

La Regione Toscana si impegnerà a sollecitare “il ministero delle Infrastrutture e dei trasporti perchè siano resi obbligatori i sistemi di rilevamento di svio sui convogli ferroviari, con l’obiettivo di inserire la loro installazione nel contratto di servizio con Trenitalia” per evitare deragliamenti. Lo prevede la nota di attuazione di una mozione, approvata nei mesi scorsi, di Stefano Baccelli, consigliere regionale Pd e presidente commissione trasporti e infrastrutture.

La Giunta toscana procederà -afferma Baccelli-  a comunicare alla Agenzia Nazionale Sicurezza Ferroviaria e al Ministero l’iniziativa e solleciterà perchè venga  resa obbligatoria quanto prima una soluzione tecnologica condivisa per i sistemi di rilevamento di svio, adeguata alle caratteristiche dei convogli ferroviari, al fine di poterla adottare nell’ambito dei propri contratti relativi all’affidamento dei servizi di trasporto pubblico regionale. La Regione accoglie pienamente quanto richiesto dalla mozione prende impegni precisi in tema di sicurezza ferroviaria, dimostra di comprendere appieno quanto siano necessari strumenti tecnologici adeguati in materia, per fare quel salto di qualità che dalla Toscana ci si può e ci si deve aspettare. Non possiamo dimenticare che qui si è svolto uno dei disastri ferroviari più atroci della storia recente, a Viareggio nel 2009. Proprio dall’associazione delle vittime della strage di Viareggio, da anni in prima linea sul tema della sicurezza ferroviaria, è venuto l’input per inserire questi dispositivi sui convogli”.

Print Friendly, PDF & Email

Leave a Reply