Comitato Nazionale

Il Coordinamento Nazionale “NOI NON DIMENTICHIAMO” riunisce ed accoglie i familiari delle vittime delle più grandi stragi italiane.E’ apartitico, svolge la propria attività attraverso il volontariato, collabora ed esprime solidarietà a quanti operano nell’ambito di:

  • Tutela Vittime del lavoro e da lavoro;
  • Tutela e sicurezza nei luoghi di lavoro;
  • Vittime dei disastri industriali e ambientali:
  • Vittime da crolli, incuria, inondazioni ed eventi naturali ovvero disastri in mare, in terra, in aria e simili che abbiano la loro origine o causa o legame in un comportamento dell’uomo;
  • Salute pubblica.

E’ nato a L’Aquila, il 06 Aprile del 2011.

E’ dotato di Atto costitutivo e Norme Statutarie, la sede legale è c/o la Croce Verde di Viareggio, Corso Garibaldi n.171.

“ Noi portiamo il nome delle peggiori tragedie che hanno segnato la recente storia d’Italia.

Non vi dimenticheremo. Non sarete mai soli.

Questo il filo conduttore che lega le nostre associazioni, queste le parole che tutti noi ci siamo sentiti dire. Chi siamo? Purtroppo siamo così famosi che ci conoscete bene e senza dubbio vi ricordate di noi.

Tragedie dal dolore indescrivibile, milioni di italiani (e non solo) si sono commossi, hanno pianto insieme ai familiari delle vittime.

I media di mezzo mondo hanno raccontato il dramma che si stava consumando.

Gran parte di queste tragedie sono state causate dall’errore umano, frutto dell’ingordigia e degli interessi economici. Eppure, nonostante l’impegno e la nostra determinazione nel chiedere a gran voce verità e giustizia per le stragi di cittadini innocenti, i processi si sono conclusi con un nulla di fatto.

Ecco allora l’urgenza di allearci tra familiari delle vittime di tutte le più gravi tragedie. Ecco la ragione per cui in Italia nasce per la prima volta un Coordinamento Nazionale, nella certezza che unendo le forze si possa combattere insieme una battaglia di impegno civile sul tema della Giustizia in Italia.

In questo mondo per avere Giustizia occorre alzare la voce, bisogna lottare e a volte, non basta.

Il nostro coro è quello di persone che vogliono un’Italia giusta e civile, obiettivo nobile per tutti…

un diritto, per noi, troppo spesso negato”.

Print Friendly, PDF & Email