pendolari “ostaggi” per ore sulla tratta Bari Nord

Disapprovazione e rabbia dei pendolari della Bari Nord a cui si unisce quella dell’Astip (Associazione Strage Treni In Puglia)  dopo l’episodio di lunedì 19 novembre che ha visto i passeggeri per due ore rimanere “ostaggio” dei vagoni di Ferrotramviaria a causa della mancanza di energia elettrica. La presidente dell’Astip Daniela Castellano, ha firmato la nota che di seguito riportiamo integralmente per invitare tutti a manifestare i disagi giornalieri anche al Governo nazionale.

«Dopo il grave episodio accaduto nel tardo pomeriggio – scrivono dall’Astip – assistiamo, ancora una volta, ai disagi che crea la società Ferrotramviaria ai pendolari della Bari-Barletta. Siamo inermi nel vedere una intera comunità abbandonata da tutte le Istituzioni, dal 12 luglio 2016, giorno in cui due treni si scontrarono frontalmente, portando alla morte 23 persone e provocando il ferimento di altre 51. Nonostante la società sia imputata con tutti i suoi dirigenti a vario titolo, continua a gestire la Bari Nord. Siamo stanchi di vedere i nostri morti trattati come serie B, come siamo stanchi di essere, per Roma, soltanto il profondo Sud, quindi non meritevoli di far valere i nostri diritti. Rivolgiamo pertanto questo appello a Luigi Di Maio e Matteo Salvini, capi delle relative forze di maggioranza di questo governo, affinché ci aiutino a trovare presto delle soluzioni. Stesso appello alla Ministro del Sud Lezzi, al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti Toninelli. Chiediamo a tutti i pendolari di scrivere le difficoltà giornaliere che si vivono a questo indirizzo: segreteria.ministro@mit.gov.it. arrivato il momento di dar voce a tutti».

Print Friendly, PDF & Email

Leave a Reply