Si ferma il viaggio del “Il sole sulla pelle”

Il senso di responsabilità lo abbiamo sviluppato stando accanto alle storie che abbiamo raccontato in questi anni. L’importanza dei comportamenti di autoprotezione e la solidarietà durante le alluvioni (Se io fossi acqua). La necessità di agire in prima persona se si vuole che le cose intorno a noi cambino in meglio (IL SOLE SULLA PELLE – il film). Il valore della comunità lo viviamo quotidianamente con il nostro lavoro e lo vogliamo proteggere. E’ una cosa preziosa (Cinema di Comunità – i documentari della Caravanserraglio). Fermarsi per alcune settimane o mesi, per noi della Caravanserraglio, è poca roba. Abbiamo nel cuore gli amici registi che hanno in sala il loro film appena uscito o gli amici gestori dei cinema che, siamo sicuri, ogni giorno accenderanno le luci in sala, anche se non faranno andare il proiettore. Ce la faremo tutti insieme, ne siamo sicuri. Intanto, anche il viaggio de IL SOLE SULLA PELLE si ferma, almeno per tutto marzo e aprile. Sarà l’occasione per riflettere sulle cose che hanno funzionato e sui nostri limiti. Ripartiremo con nuove tappe, in nuove città: Pinerolo, Viterbo, Siena, Pavia, Livorno, La Spezia e tante altre città, in attesa del 29 giugno 2020. Anche il CINEMA DI COMUNITA’ avrà una sosta, ma stiamo già pensando a progettare formule nuove di partecipazione.

Print Friendly, PDF & Email